La vita secondo Sammy: evento benefico per la ricerca sulla Progeria

Un evento benefico per far conoscere una malattia genetica rarissima (solo 5 persone ne sono affette in Italia) oltre che per incontrare Sammy, irriverente ragazzo vicentino che il 7 aprile porterà sul palco del Teatro San Giovani Bosco di Mozzecane tutta la sua carica. Ecco l’invito ufficiale alla serata:

 

Trovare una cura per la Progeria vorrebbe dire aiutare i bambini che ne soffrono (e sono meno di 100 in tutto il mondo), fornendo anche una  chiave per risolvere i problemi di cuore che affliggono milioni di persone . La Progeria infatti, rarissima malattia genetica, si presenta nei primi anni di vita e causa un invecchiamento precoce del soggetto, unitamente ad una serie di patologie e sintomi tipici degli anziani.

Sammy Basso è un ragazzo di 23 anni, che vive in provincia di Vicenza, affetto da Progeria e fondatore, con la sua famiglia, dell’Associazione Italiana Progeria Sammy Basso onlus; sin da bambino, partecipa ad eventi in tutto il mondo che riuniscono altre persone malate di questa rara patologia, ed ha deciso quindi di divulgarla anche in Italia, dove è molto meno conosciuta.

Sammy è già stato invitato sul palco di diverse trasmissioni televisive e sta studiando Biologia Molecolare all’Università di Padova; è una persona attiva e divertente, capace di vivere sempre con il sorriso, sostenendo la sua famiglia. Al momento della diagnosi, poco più che neonato, gli erano stati predetti 13 anni di vita: ha subito un importante intervento al cuore di recente e ne compirà 24 il prossimo dicembre.

Grazie allo spettacolo di domenica 7 aprile, sarà anche possibile aiutare la sua associazione e contribuire nella ricerca di questa malattia, fino a pochi anni fa sconosciuta e che ora ha bisogno di fondi per permettere di scoprirne una cura. Per informazioni e prenotazioni dell’evento si è pregati di contattare la Biblioteca G. Galilei di Mozzecane.