“La cura degli angeli” per l’Ottobre Rosa

Presentato ieri in comune l’evento “La cura degli angeli”, promosso dall’associazione “La Cura Sono Io” in occasione di ‘Ottobre in Rosa’ mese della prevenzione del tumore al seno. L’ingresso è libero.

Si terrà domani, venerdì 12 ottobre alle 20.30 alla sala polifunzionale di Golosine in via Po/via Rienza, la prima edizione della performance artistica “La cura degli angeli”. L’evento, fra le iniziative promosse dall’associazione ‘La Cura Sono Io’ in occasione di ‘Ottobre in Rosa’ mese della prevenzione del tumore al seno, porta in scena la lettura di alcuni testi da parte dell’artista Sandra Ceriani, proposti con il sottofondo musicale dall’arpista Cecilia Soffiati. Un emozionante “racconto in diretta” a più voci, armonie e colori ideato e animato da Maria Teresa Ferrari, la presidente de La Cura Sono Io.

“La performance mira a mettere in luce la fatica del dolore, la gentilezza della cura e la potenza dell’amore, al fine di rinascere ogni giorno, al di là delle difficoltà e oltre la malattia. Progettando bellezza nonostante”, anticipa Maria Teresa Ferrari che, dopo l’esperienza di un tumore, ha fondato una associazione mirata a supportare persone malate e non, attraverso progetti di benessere e di bellezza per stare meglio in ogni condizione psico-fisica. Un incontro toccante sull’importanza del “prendersi cura” dell’altro anche attraverso la vicinanza, la partecipazione e la solidarietà. “Ognuno di noi può essere l’angelo di un’altra persona. L’amore è una grande energia che abita il cuore e può rigenerare noi stessi e gli altri, al di là di ogni difficoltà e oltre la malattia” conclude Maria Teresa Ferrari.

Il progetto, presentato ieri mattina dal presidente della 4a circoscrizione Carlo Badalini insieme a Maria Teresa Ferrari, è realizzato in collaborazione con la Onlus ‘Vela D’Argento’ e la 4ᵃ Circoscrizione. L’associazione ‘La Cura Sono Io’, fondata da Maria Teresa Ferrari, realizza sul territorio cittadino iniziative di aiuto e di sostegno psico-fisico a favore delle persone malate. Lo spettacolo è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

“Questa iniziativa ha un alto valore culturale e sociale – dichiara il presidente Badalini –, ed offre l’opportunità alla cittadinanza di riflettere sulla difficile condizione delle persone malate. Un tema delicato che, con questo spettacolo, punta a promuove fra le persone la solidarietà e l’aiuto sociale”.

 

L’associazione La Cura Sono Io, in breve:

L’associazione “La Cura Sono Io” è nata nel 2017 per iniziativa della sua presidente, Maria Teresa Ferrari, scrittrice e curatrice di eventi d’arte e di cultura, che a 50 anni ha dovuto affrontare un carcinoma mammario e relative terapie oncologiche. Di pari passo con la sua rinascita, il desiderio di “progettare bellezza, nonostante” con tutte le donne, alimentando una community su Facebook: un impegno che le è valso il Premio Victoria 2017 con Maria Grazia Cucinotta, promosso da Procter & Gamble con la “27esima ora” del Corriere della Sera. Per ritrovare il proprio benessere e risvegliare e sostenere l’amore della persona per se stessa e la propria vita, l’associazione promuove progetti che dall’ambito oncologico si estendono alle arti, anche grazie al supporto della Fondazione Cattolica, che sono stati presentati a gennaio alla Camera dei Deputati a Roma. Primo tra tutti, “I sogni di Terry”, che comprende la collezione di cappelli estrosi e anallergici, per chi vive la nudità improvvisa della sua testa, causata dalla chemioterapia o da altre patologie e che promuovono la ricerca contro il cancro. “Le parole che ci salvano”, rassegna di incontri con esponenti dal mondo della cultura e delle scienze, ha trattato l’uso delle parole nei momenti più dolorosi. “Il Cuore in testa”, il progetto partito da Verona a ottobre che ha fatto tappa a Milano il 6 e 7 febbraio a Palazzo Marino, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche sociali, Salute e Diritti di Milano, ha presentato una mostra di ritratti di donne e il convegno dal titolo: “”Tumore al seno: dalla cultura della prevenzione alla cura estetica ed interiore per migliorare la qualità della vita”. La terza tappa de “Il Cuore in testa” si è svolta sabato 19 maggio a Roma per la 19ma edizione di “Race for the cure” di Susan G. Komen Italia destinato alla lotta ai tumori del seno.