Cinema africano, protagonista del festival di domani il regista Ouèdraogo

Continua il Festival del Cinema africano che domani porterà in città diverse iniziative adatte a tutte le età. Nel pomeriggio anche un momento dedicato al regista africano Idrissa Ouèdraogo, venuto a mancare lo scorso febbraio.

Il mattino del Festival di Cinema Africano si apre alle scuole con le proiezioni e le attività dedicate alle classi. Al Cinema Stimate vedrà il film algerino “Timgad” mentre alle 14.00 si terrà nello spazio della libreria Pagina12 un laboratorio creativo, a ingresso riservato, che parte dalla visione di un cortometraggio che arriva dall’Algeria e Benin, “Les trois vérités“.

Sempre nel pomeriggio, alle 17.00,  ci sarà uno dei tanti omaggi che il Festival ha voluto dedicare a registi africani scomparsi. L’appuntamento di domani, in Sala Africa dai missionari comboniani, è dedicato al burkinabè Idrissa Ouèdraogo, venuto a mancare lo scorso febbraio a soli 64 anni. Di Ouèdraogo, pluripremiato ai festival di cinema del suo continente ma non solo, verrà presentato il film “Le cri du coeur” che racconta la storia di Moctar, un bambino cresciuto in Mali con la madre e il nonno, che con il compimento degli undici anni raggiunge il padre emigrato a Lione. Il ragazzino però fa fatica ad adattarsi alla vita europea, tanto da immaginarsi di essere perseguitato per strada da una iena.

L’evento vedrà la partecipazione del critico Giuseppe Gariazzo e Stefano Gaiga della direzione artistica del Festival.

La serata si concluderà con le proiezioni, alle ore 21.00, al Cinema Teatro Santa Teresa, di due film in concorso: un cortometraggio che proviene dalla Tunisia, “Bolbol” che racconta la storia di una donna insoddisfatta che da quando viene invitata a una festa inizierà a intrufolarsi in tutte le feste possibili; e il lungometraggio marocchino “Retour à Bollène“, che ha come protagonista Nassim che rientrato a Bollène in Francia dove è cresciuto si scontrerà con una realtà completamente diversa da quella che conosceva.

Inoltre per tutta la durata del Festival sarà disponibile presso la libreria Pagina12 uno scaffale multiculturale di proposte di lettura e approfondimento.