Verona Minor, serata formativa su sepolture e sepolcri degli antichi

Al centro della serata sono stati in particolare i santi e i fondatori veronesi, come la Canossa e il Bertoni, e poi ancora il Leonardi e lo Steeb.

verona minor

Erano 130 le persone presenti ieri sera in occasione dell’evento proposto dalla Fondazione Verona Minor Hierusalem, dal titolo: “Resurrecturis: Sepolture e sepolcri, il passaggio degli antichi attori della città”. Una serata formativa per riflettere sulle tombe e sui simboli presenti nelle chiese di Verona Minor Hierusalem, dove hanno trovato sepoltura insigni personaggi della storia veronese, dalle famiglie note come Bevilacqua, Cignaroli, Dal Verme, Miniscalchi agli artisti come Giolfino, i Caroto, fra Giovanni o all’architetto Michele Sanmicheli. 

Al centro della serata sono stati in particolare i santi e i fondatori veronesi, come la Canossa e il Bertoni, e poi ancora il Leonardi e lo Steeb, per citarne solo alcuni. Questi personaggi sono intervenuti nella storia spirituale e sociale di Verona, nel 1800, quando la città era colpita da guerre e malattie, e si sono distinti nell’impegno di educazione dei giovani e di assistenza ai malati. Erano inoltre legati tra loro da conoscenza e opere, come sottolineato dal camilliano Padre Danio Mozzo e dal teologo Don Andrea Trevisan.

Nel corso della serata, Filippo Tommasoli, fotografo del noto studio veronese, ha ripreso la recente mostra tenutasi alla Gran Guardia sul Cimitero Monumentale per affrontare il tema della luce che rende possibile l’opera del fotografo, e insieme lo aiuta a creare mondi interpretativi nuovi.

Nel suo intervento Elisa Perina, volontaria di Verona Minor Hierusalem, ha illustrato la ricerca condotta dai volontari durante quattro mesi di lavoro nelle chiese dei tre percorsi Rinascere dall’Acqua, Rinascere dalla Terra e Rinascere dal Cielo, che ha portato a valorizzare e riscoprire  le tombe di tre grandi gruppi che hanno inciso nella storia locale: i santi, gli artisti e le famiglie, schedando tomba per tomba e integrando con le informazioni biografiche il quadro dei personaggi. 

Un lavoro che aiuterà i volontari che sabato 9 novembre accoglieranno turisti e cittadini nelle chiese per illustrare i personaggi sepolti negli edifici e le loro storie. I visitatori potranno accedere liberamente a tutte le 17 chiese della Verona Minor Hierusalem dalle 10 alle 17.30 (Santa Maria in Organo fino alle 16.30).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.