Venerdì al Galilei si parla di spazio e buchi neri

Venerdì al liceo Galilei ospite il professore dell'Università di Padova Stefano Ciroi, che parlerà di "Buchi neri supermassicci nei nuclei delle galassie".

spazio buchi neri galassia liceo galilei stefano ciroi

Venerdì 29 novembre alle 21 nell’Aula Magna del Liceo Galileo Galilei Stefano Ciroi, docente del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Padova, terrà una conferenza dal titolo: “Buchi neri supermassicci nei nuclei delle galassie. Dalle scoperte di Carl Seyfert alla prima immagine di un buco nero ottenuta con l’Event Horizon Telescope”.

Al termine della conferenza ci si collegherà in remoto con il telescopio da 1,22 metri Galileo dell’Università di Padova che, in tempo reale, verrà puntato verso un AGN (Active Galactic Nucleus) brillante allo scopo di analizzarne lo spettro.

I cinquant’anni del Galilei

La conferenza con il professor Stefano Ciroi rientra nell’ambito delle attività organizzate per celebrare il cinquantennale del Liceo Galilei: ha l’obiettivo di rendere partecipi non solo gli studenti ma anche la cittadinanza intera a questo anno di eventi per ricordare i 50 anni dall’istituzione della scuola.

Stefano Ciroi

Il dottor Ciroi si è laureato in Astronomia nel 1996 all’Università di Padova. Nel 2000 ha conseguito il dottorato in Astronomia all’Università di Potsdam (Germania) e nel 2000-2005 un post-dottorato presso l’Università di Padova.

Dal 2001 al 2011 Ciroi è stato collaboratore del progetto didattico “Il Cielo come Laboratorio”. Dal 2011 è il Responsabile della Regione Veneto per lo stesso progetto. Questa attività, dedicata agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori, è un percorso formativo fortemente interdisciplinare. Gli utenti, tramite il contatto diretto con l’ambiente della ricerca, fanno esperienze di Astronomia e Astrofisica, utilizzando gli strumenti dei professionisti. L’obiettivo prefissato è quello di offrire strumenti teorici e pratici per capire in cosa consiste la ricerca in generale e in campo astrofisico in particolare, usando un linguaggio accessibile ma rigoroso.

Dal 2007 è ricercatore presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Padova. Dal 2018 è titolare del corso di Astronomical Spectroscopy per la laurea magistrale in Astrophysics and Cosmology all’Università di Padova e si occupa di galassie attive, mezzo interstellare e stelle a righe d’emissione.