La fine del mondo secondo Charles Bukowski

Teatro Da Bar torna con “Teatro Da Bar Ovvero L’Arte di Estinguersi”, uno spettacolo itinerante sull'ecologia ispirato ad opere di Bukowski. In scena, tra le stanze del Malacarne, venerdì 21 alle 21:30 e in replica alle 22:30.

Venerdì 21 alle 21:30 e in replica alle 22:30 al Malacarne (Via San Vitale, 14) lo spettacolo
itinerante “Teatro Da Bar Ovvero L’Arte di Estinguersi”.

Ispirarsi a Charles Bukowski per raccontare la nostra situazione ecologica. Questa la nuova sfida di Teatro Da Bar, il progetto laboratoriale di riscrittura e recitazione liberamente basato sulle opere di Charles Bukowski. A tenere le fila del progetto, gli attori e registi Enrico Ferrari e Nicolò Sordo.

Lo spunto questa volta viene dalla poesia “Dinosauria”, contenuta nella raccolta “The Last Night of the Earth Poems”, introvabile in edizione italiana. Fonte d’ispirazione anche il racconto “La macchina strizza-fegato” da “Compagno di sbronze” (Feltrinelli, 2017). Si tratta di un’operazione di completa riscrittura. I dieci attori-autori in scena (Manuel Benini, Eugenio Gaspari, Anna Todeschini, PJ Houston, Iolanda Martini, Emanuela Guerra, Andrea Tumaini, Giulia Brunelli, Antonio Attardo, Pasquale Mincione) hanno riscritto e adattato le parole di Bukowski. Hanno creato nuove storie e personaggi in un percorso teatrale tenutosi proprio al Malacarne. A curare le coreografie la danzatrice trentina Sabrina Campagna, le musiche di scena sono di Michele Lonardi e della band electro-wave Amanita. L’ingresso è gratuito.

Teatro Da Bar nasce nel 2017 proprio al Malacarne, come laboratorio di drammaturgia e recitazione in spazi non formali. Successivamente viene ospitato dal Cohen Verona (Via Scarsellini 9/A) per l’edizione invernale e ad oggi mantiene attiva la collaborazione con entrambi i locali. In due anni Teatro Da Bar realizza quattro laboratori-spettacolo, giungendo ora alla quinta edizione, si esibisce in locali come il Colorificio Kroen, Red Zone Art Bar ed altri, diventando un appuntamento fisso nel contesto culturale underground veronese. Inoltre, offre una formazione teatrale e drammaturgica alternativa a un pubblico di diverse età. Teatro Da Bar ha anche il piacere di avere come corsista lo scrittore Pasquale Mincione, finalista al premio Bukowski con il suo libro “Caro Buk” (Holden Edizioni, 2016).