“Spiriti Santi, rivelazioni”, la mostra di Antonella Burato

Domani alla chiesa di San Domenica al Corso, alle 11, sarà inaugurata l'esposizione raffigurante temi cari all'artista, tra cui angeli, arcangeli, mandali ispirati ai rosoni delle cattedrali.

Domani, alle 11, sarà inaugurata la mostra “Spiriti Santi, rivelazioni“, dell’artista veronese Antonella Burato, alla chiesa di San Domenico al Corso, con il coordinamento del critica d’arte e scrittore Andrea Ciresola e l’accompagnamento musicale al pianoforte di Claudio Maioli, già tastierista di Lucio Battisti e compositore di colonne sonore.

Le opere esposte suggeriscono temi sacri cari all’artista, come angeli e arcangeli, e si sviluppano in mandala di vetro intagliato e saldato a mano dalle forme geometriche armonizzanti con un nucleo pittorico ad olio su tela raffigurante un volto sacro. Elementi che rimandano ai rosoni posti sopra i portali delle chiese, rivisitati con una spiritualità estesa alla comprensione di tutti gli esseri umani, al di là delle diversità apparenti. Alcuni lavori sono progettati con il maestro vetraio Giovanni Erbisti.

La chiesa di San Domenico al Corso, poco distante dalla tomba di Giulietta, è uno dei capolavori del barocco veronese. Di proprietà del comune di Verona, è custodita e gestita dalle Sorelle della Sacra Famiglia, che ebbero proprio qui la loro fondazione, nei primi anni dell’ottocento, per opera e volere di Leopoldina Naudet.

San Domenico al Corso, luogo storico per la città dove la passione per la verità e la contemplazione della bellezza, intende unire uomini, culture ed esperienze per coltivare memoria, suscitare dibattito, condividere arte, spiritualità e cultura.

Antonella Burato è un’artista contemporanea della provincia veronese, nata e residente ad Arcole. Sin da giovane ha scoperto le sue profonde inclinazioni per il mondo dell’arte e della creatività pittorica, non solo su tela. Le sue doti artistiche hanno potuto godere di una prima formazione presso la bottega del maestro Ezio Grandiello, pittore ritrattista veronese. Gli studi e gli approfondimenti artistici si sono perfezionati seguendo le lezioni del maestro Mario Donizzetti di Bergamo e frequentando l’Accademia di Brera a Milano. È dal 1987 che la sua spontaneità, fantasia ed espressione artistica si manifestano con molteplici apprezzamenti e riconoscimenti. Nel 1994 le sue opere sono presenti all’esposizione ai Giardini della Biennale Giovani di Venezia. Ha esposto in numerose personali in varie città italiane tra cui: Verona, Mantova, Como, Milano, Vicenza, Udine.

Alcune mostre, molto significative e valorizzanti per il profilo artistico di Antonella Burato, si sono tenute nel 2012, alla Cattedrale di Verona con il tema “Connessioni“, nel 2013, alla Galleria Icone Russe in Roma, ha presentato “Il mediatore cosmico“. A seguire, nel 2014, alla Libreria Leonina in Vaticano, e successivamente, nel 2015, all’Università Pontificia Salesiana, sempre a Roma, ha presentato i bozzetti per “La decollazione di S. Giovanni Battista“.

Il suo studio e laboratorio artistico si trova a Verona. Molte sue opere, eseguite con tecniche diverse, si trovano ora in collezioni private in Italia e all’estero. Si possono tra gli altri ricordare nella sua città natale, Arcole, la realizzazione della “Meridiana di San Giorgio“, ubicata sul campanile della parrocchiale nel 1999. Nel 2002 ha creato la “Meridiana di San Matteo” per il Duomo di Asiago. Nel 2009 per la Cappella del cimitero di Cologna Veneta ha realizzato “L’apparizione di Gesù“. Per la chiesa parrocchiale di Locara, nel 2012, ha avuto l’onore di contribuire alla realizzazione di un vecchio sogno della comunità locale: l’integrale rifacimento del dipinto “Decollazione di San Giovanni Battista“. Notevole opera in olio su tavola, di metri 12 di lunghezza per 5 di larghezza, posizionata a oltre 20 metri di altezza. Durante la mostra “Spiriti santi, rivelazioni” sarà possibile incontrare e conoscere Antonella Burato e valutare alcune delle sue opere, anche letterarie.