Impactscool lancia a Verona “Future Camp”

Iscrizioni aperte per "Future Camp", l’incubatore di talenti che fa scoprire ai giovani tra i 15 e i 23 anni, la società e i lavori del futuro, tra nuove tecnologie e cambiamenti climatici. Fino al 30 marzo bando per 55 borse di studio per la copertura totale della quota di iscrizione.

x-default

A Verona una nuova ed esclusiva opportunità formativa per i giovani appassionati di tecnologie e che vogliono essere parte attiva del cambiamento: da giugno 2020 “Impactscool“, prima impresa italiana che si occupa di ricerca, consulenza e formazione dedicata al “Futures Critical Thinking“, lancia nella città veneta l’innovativa Future Camp, una esclusiva Summer School rivolta ai ragazzi dai 15 ai 23 anni.

La Summer School insegnerà come diventare “future maker”in grado di prevedere e risolvere i grandi problemi mondiali di oggi e domani, affrontare le sfide delle nuove tecnologie, contrastare i cambiamenti climatici e immaginare e progettare i lavori e la società del futuro.

Sono già aperte le iscrizioni alla classe, composta da un massimo di 30 studenti, del Future Camp prevista a Verona dal 29 giugno al 3 luglio5 giorni di full immersion, dalle ore 9 alle ore 16, per un totale di 25 ore, dal lunedì al venerdì.

I docenti saranno esperti e ricercatori professionisti di differenti settori, mentre la direttrice del comitato scientifico di Future Camp è Cristina Pozzi, CEO e co-founder di Impactscool e unica italiana scelta dal World Economic Forum come Young Global Leader 2019 – 2024, appena nominata anche European Young Leader per la classe 2020 dall’organizzazione no-profit Friends of Europe.

La didattica sarà composta da lezioni frontali e pratiche su materie di grande attualità come intelligenza artificialeroboticarealtà virtuale e aumentatabio e nanotecnologie, con un approccio multidisciplinare in grado di unire tecnologia, imprenditorialità e scienze umane basate sulla riflessione etica.

Grande attenzione verrà data allo sviluppo di competenze trasversali come public speakingcreativitàlogica e lavoro in team, da attuare attraverso laboratori pratici sul futurogiochi di ruolo su clima e società, incontri individuali tra docenti e studenti e approfondimenti sul mondo delle startup e dell’innovazione.

Al termine delle lezioni, è prevista l’assegnazione di un diploma che attesterà le conoscenze e le competenze acquisite nel corso di Future Camp.

«I Future Camp rispondono all’esigenza di permettere a ragazze e ragazzi di “fare un salto nel futuro” e di “tornare al presente” con le competenze necessarie per affrontare al meglio il loro percorso formativo, didattico, professionale e umano – spiega Andrea Dusi, Presidente e Co-founder di Impactscool e ideatore dei Future Camp. – Per fare queste attività i nostri ragazzi non dovranno per forza andare a Londra o a San Francisco, ma potranno farlo direttamente nelle loro città e vogliamo permettere a tutti di partecipare, attraverso l’erogazione di borse di studio».

Sono infatti previste 5 borse di studio a copertura totale della quota di partecipazione; per accedervi, è possibile partecipare al concorso “Ad futura – in viaggio verso il 2050”: fino al 30 marzo tramite il sito, nella sezione “Concorso per borse di studio Future Camp”.

Si potrà inviare un elaborato inedito, di un massimo due cartelle e 3600 caratteri spazi inclusi, dove raccontare un mondo del 2050 in cui sia stato raggiunto almeno uno dei 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile individuati nel 2015 dai capi delle Nazioni Unite.

Dopo una prima scrematura, i giurati, scelti tra scienziati, divulgatori scientifici, imprenditori, innovatori, giornalisti e filosofi, valuteranno i 20 migliori elaborati, ognuno assegnando un voto da 1 a 10: il tema che riceverà il punteggio più elevato risulterà vincitore.

Il costo per partecipare a Future Camp, che si terrà anche a Roma, Padova, Firenze, Bologna, Genova, Milano e Torino è di 499 euro entro il 29 febbraio, 699 euro entro il 30 aprile, mentre dal 1° maggio sarà di 999 euro (IVA inclusa). Nella quota sono inclusi il pranzo, i materiali didattici e l’accesso al corso online “Tecnologie emergenti e futuro”.

Per iscrizioni e per ulteriori informazioni visita il sito.