Il Trovatore, sabato in Arena con un nuovo cast

Quarta rappresentazione dell'opera nell’allestimento spettacolare di Franco Zeffirelli. Sul palcoscenico areniano esordio per Murat Karahan, Anna Pirozzi, Alberto Gazale e Violeta Urmana diretti da Pier Giorgio Morandi.

È un felice ritorno al personaggio di Manrico quello di Murat Karahan, tenore turco che deve il suo debutto all’Arena in questo ruolo nel 2016. Da allora il legame con l’anfiteatro veronese si è consolidato con il grande successo in Turandot (2018) e con l’esordio in Aida avvenuto negli scorsi giorni.

Ora ripropone il suo trovatore insieme ad una Leonora d’eccezione qual è per la prima volta nell’anfiteatro veronese Anna Pirozzi, eccellente soprano drammatico d’agilità. Nei panni di Aida, la sua voce possente e raffinata ha incantato l’Arena, proprio in coppia con Karahan. Presto sarà  al fianco di Plácido Domingo in tre ruoli diversi nella serata-evento per i suoi 50 anni dal debutto areniano.

Debutto stagionale è anche quello del celebre mezzosoprano Violeta Urmana come Azucena, vetta del suo repertorio insieme alla regale Amneris. È inoltre la prima recita anche per il Conte di Luna di Alberto Gazale, che ben conosce questa produzione, studiata proprio col maestro Zeffirelli sin dalla prima.

Il giovane basso Riccardo Fassi è Ferrando, personaggio con cui è avvenuto il suo fortunato esordio areniano. Completano il cast comprimari di assoluto prestigio quali Elena Borin come Ines, Carlo Bosi come Ruiz, Dario Giorgelé come Vecchio zingaro, Antonello Ceron come Messo.

L’ultima replica de Il Trovatore andrà in scena venerdì 26 luglio alle ore 21:00.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.