“Il ritratto degli oggetti”, in mostra l’iperrealismo di Graziella Lizzari

L'esposizione sarà inaugurata sabato 12 ottobre, alle 17, nello spazio di San Pietro in Monastero e sarà visitabile fino al 20 ottobre.

Opere ispirate all’iperrealismo americano, in cui gli oggetti della vita quotidiana diventano fonte di ispirazione per tele di grandi dimensioni. Così uno scorcio del vecchio telefono nero in bachelite, la moka Bialetti, una serie di colorate tazzine da caffè sono tra i protagonisti de “Il ritratto degli oggetti”, la personale della pittrice Graziella Lizzari. La mostra, che gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio Comunale, sarà inaugurata sabato 12 ottobre, alle 17, nello spazio espositivo di San Pietro in Monastero, in via Garibaldi, 3, e rimarrà aperta tutti i giorni fino a domenica 20 ottobre, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

La personale racconta la passione dell’artista per gli oggetti, maturata con il suo lavoro nella moda per cui realizzava modelli di alta sartoria, ma approfondisce anche un ulteriore percorso, più spirituale, della pittrice. La mostra, infatti, prevede una sezione dedicata anche alle icone, produzione nella quale l’artista si è specializzata negli ultimi anni.

«Il Consiglio Comunale, patrocinando questo evento, – ha detto il presidente Maschio – vuole sostenere un importante progetto artistico e culturale che nasce nella nostra città. L’idea è che i cittadini, grazie a questa mostra, possano conoscere il percorso creativo e scoprire le opere di una pittrice del nostro territorio. I suoi quadri raccontano il quotidiano attraverso oggetti famigliari a ciascuno di noi, ma la sua visione d’artista riesce a proporli in maniera originale».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.