“Il mercante di Venezia” al Teatro Romano in prima nazionale

Un’altra prima nazionale per il Festival Shakespeariano con "Il Mercante di Venezia", regia di Giancarlo Marinelli con Mariano Rigillo e Romina Mondello.

omina Mondello_Porzia in Il mercante di Venezia-Foto di Fabio Lovino
Romina Mondello, Porzia in "Il mercante di Venezia". Foto di Fabio Lovino

Prosegue con un’altra prima nazionale il Festival Shakespeariano dell’Estate Teatrale Veronese, che giovedì 25 luglio alle 21.15 propone al Teatro RomanoIl Mercante di Venezia” (in replica il 26 e 27 luglio) di William Shakespeare con adattamento e regia di Giancarlo Marinelli per Ghione Produzioni.

Gli interpreti

Mariano Rigillo-Shylock in Il mercante di Venezia
Mariano Rigillo, Shylock in “Il mercante di Venezia”.

Sul palco Mariano Rigillo (Shylock), Romina Mondello (Porzia), Ruben Rigillo (Antonio), Francesco Maccarinelli (Bassanio), Cristina Chinaglia (Job), Francesca Valtorta (Jessica), Antonio Rampino (Doge di Venezia), Mauro Racanati (Lorenzo), Simone Ciampi (Graziano), Giulia Pelliciari (Nerissa). Scene a cura di Fabiana Di Marco, costumi Daniele Gelsi e luci Luca Palmieri.

L’opera

In “ll Mercante di Venezia” i temi affrontati sono quelli eternamente cari a Shakespeare: il conflitto tra generazioni, la bellezza che muore e che si riscatta, la giovinezza che deve fare i conti con le trasformazioni del tempo e della società.

Le parole del regista

«A perpetuare una strada già solcata con successo, visto che il precedente Mercante da me diretto era interpretato dal grande Giorgio Albertazzi – spiega il regista Marinelli – si staglia l’eccellenza scenica di Mariano Rigillo nei panni di Shylock. Uno degli attori fondamentali nelle mie visioni che, di fatto, mi ha tenuto a battesimo alla Biennale Teatro Venezia del 2007 con “La sposa persiana”. Con lui Romina Mondello, nella principessa ‘terrestre’ Porzia, e una nutrita schiera di giovani attori pieni di talento».

I precedenti al Teatro Romano

A partire dal 1955 Il Mercante di Venezia è stato portato nove volte sul palco del Romano (l’ultima nel 2013) all’interno del Festival che omaggia William Shakespeare e che sottolinea il legame ideale del drammaturgo con la città di Verona.