Il cimitero monumentale raccontato con una mostra fotografica

La mostra fotografica resterà in Gran Guardia dal 6 al 20 ottobre prossimi.

Una mostra emozionale, che intende ripercorrere il filo della memoria nei variegati aspetti che si presentano nel Cimitero Monumentale di Verona, e che si affianca alla recentissima pubblicazione scientifica di Maddalena Basso e Camilla Bertoni. È “L’Arte della memoria –Il Cimitero Monumentale, museo a cielo aperto“, realizzata da Sirio, Alessandra e Filippo Tommasoli, che si terrà in Gran Guardia dal 6 al 20 ottobre.

Il tema è particolare, soprattutto oggi che viviamo un po’ schiacciati sulla prospettiva del presente, ma interessante se dirigiamo il nostro sguardo all’architettura, alle sculture, ai monumenti e agli arredi che qui si compongono in una sorta di museo a cielo aperto, mostrando una dolce bellezza che attraversa ormai più di due secoli. 

Circa un centinaio le foto esposte, frutto di un intenso lavoro realizzato quest’estate dai fotografi dell’Archivio Tommasoli, che hanno scattato di giorno ma anche di notte per cogliere le atmosfere più significative ed emozionali.
Le foto ‘moderne’, ossia realizzate con strumenti digitali, saranno affiancate a quelle d’epoca, una ventina di scatti datati fine Ottocento che testimoniano eventi storici di particolare interesse. In mostra, attraverso immagini di statue e opere presenti nel Monumentale, soprattutto le emozioni e i sentimenti, dal ricordo al dolore, dalla pietà alla serenità. Ampio spazio è dato alla presenza femminile, la donna come angelo, come madre ma anche come giovani sbarazzine e allegre.
Durante l’apertura della mostra, si terranno delle visite guidate a cura degli autori venerdì 11, sabato 12, domenica 13, giovedì 17, venerdì 18 e domenica 20 ottobre. Le visite saranno articolate in due turni di massimo 20 partecipanti ciascuno, dalle 17 alle 18 e dalle 18.30 alle 19.30. Prenotazione obbligatoria al numero 045-8051311 o tramite mail all’indirizzo comunicazione@agec.it almeno 48 ore prima del giorno e del turno prescelto, indicando nome, cognome e il numero dei partecipanti.
«Vogliamo davvero che il Cimitero Monumentale venga apprezzato per il suo valore architettonico e per le opere che vi sono custodite – ha detto l’assessore Neri -. Questa mostra è un’occasione in più, che si aggiunge ai progetti già avviati per valorizzare il ricco patrimonio artistico e culturale di quello che è, a tutti gli effetti, un museo a cielo aperto».
«Il Cimitero Monumentale contiene opere di grandi artisti, commissionate da famiglie borghesi che volevano tramandare il ricordo dei propri cari – ha aggiunto il presidente di Agec Niccolai -. Un panorama di emozioni che, attraverso le foto, raggiunge tutti i cittadini. Come per le visite guidate, sono certo che anche la mostra avrà il successo che merita».
Ancora due, invece, le visite in programma al Monumentale, sabato 19 e 26 ottobre dalle 16.30, che si concluderanno entrambe con un concerto del Virtuosi Italiani.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.