Festival di Cinema Africano, l’anteprima con la mini serie “Taxi Waves”

La mini serie sarà proiettata in un evento di anteprima del Festival nel teatro di Fucina Culturale Machiavelli, in via Madonna del Terraglio alle 21.

taxi waves festival cinema africano

In collaborazione con Fucina Culturale Machiavelli, la 39° edizione del Festival di Cinema Africano aggiunge ancora un evento nel programma di Aspettando il FestivalMercoledì 6 novembre alle 21, presso la sede di Fucina, sarà la volta di “Taxi Waves”, una mini serie che racconta la scena musicale elettronica in Africa, attraverso il sound e il lifestyle di alcune capitali: Maputo, Lagos e Addis Abeba.

La serie, divisa in tre documentari, prodotta da Controluce con TIMVISION e disponibile sulla piattaforma TIMVISION, rivela i segreti delle produzioni africane e come queste influenzino artisti in America e in Europa. Un beat suonato dai più famosi dj nei locali di Londra, Berlino e New York, ma che ha la sua origine nel ritmo della Pandza e Marrabenta in Mozambico, del Pon-pon sound nigeriano o della musica House fondendosi con il folklore etiopico.

Ogni puntata, dalla durata di 30 minuti, racconta un viaggio tra musica e cultura, tra suoni e colori di un’industria che ha i suoi beniamini come Dj Ardiles, Matilde Conjo, Teni (i suoi video musicali hanno oltre 10 milioni di visualizzazioni in Internet), Slimcase, S imi, Betty G, Rophnan.

Ospite della serata sarà il regista e co-sceneggiatore di “Taxi Waves”, Tommaso Cassinis. Nato a Roma nel 1985, Cassinis ha iniziato la sua formazione all’immagine dopo il diploma liceale, apprendendo basi e tecniche al fianco di suo padre, titolare della Controluce sas. Nel 2009 ha fondato Boogie Studio, uno spazio creativo e d’incontro per fotografi e video maker romani e da allora lavora come freelance e collabora con numerose agenzie italiane ed estere soprattutto in campo pubblicitario e musicale.

È possibile trovare maggiori informazioni e foto sugli appuntamenti di Aspettando il Festival e sulla 39esima edizione sul sito del FCA www.cinemafricano.it