La storia di don Angelo Vinco in una mostra all’aperto in Lessinia

Verrà inaugurata sabato 13 luglio a Cerro Veronese la prima mostra all’aperto della Lessinia per un’inedita “narrazione in movimento”. Un percorso espositivo di 5 chilometri diviso in 11 postazioni per raccontare la storia del missionario esploratore.

Un progetto editoriale declinato a percorso narrativo dislocato su strade, piazze e sentieri del paese di Cerro veronese. Sarà inaugurata sabato 13 giugno la prima mostra all’aperto della Lessinia intitolata “Dalla Lessinia al Nilo”. Un’inedita “narrazione in movimento” che pone al centro la storia di Don Angelo Vinco, missionario esploratore. 

Il percorso è composto da 11 postazioni per complessivi 22 banner. Al loro interno foto d’epoca, illustrazioni, lettere, diari, proverbi africani, aneddoti e storia in sequenza cronologica dell’illustre esploratore. A completamento della proposta, la pubblicazione di una “Cinestoria” di 10 tavole che propone la storia a fumetti di Angelo Vinco. Una striscia a puntate pubblicata nel 1949 dal Piccolo Missionario e qui riproposta grazie alla stretta collaborazione di ricerca con il Museo Africano e l’archivio Nigrizia Onlus. Un momento di riflessione che intercala il percorso narrativo è costituito poi da 7 postazioni con ritratti fotografici a tema Africa, correlati da pensieri d’autore.

Il percorso espositivo misura 5 chilometri e settecento metri. Il tempo di percorrenza è circa di 1 ora e 25 minuti. In ogni momento del percorso espositivo, il visitatore/viandante, tramite QR Code disponibile in ogni postazione, è in grado di collegarsi alla pagina “percorso espositivo” del sito www.donangelovinco.org dove troverà l’indice della storia e i link per accedere ai relativi contenuti.

Un viaggio, dunque, alla scoperta di un viaggiatore. Con lo scopo di dare risposte alla sua fame di conoscenza e spinto dalla necessità di cercare risposte e portare a compimento la sua vocazione missionaria, nel corso della sua vita don Angelo Vinco ha percorso svariate migliaia i chilometri. Si spostò dall’altopiano della Lessinia alle estese terre del centro Africa.

Un viaggiare pionieristico il suo con disagi, pericolo e difficoltà al limite della sopportazione umana. Questa “narrazione in movimento” può dunque, in parte, creare una sorta di immedesimazione. Tuttavia, lo sforzo fisico che richiede “l’esplorazione del percorso espositivo “Dalla Lessinia al Nilo” permette anche di scoprire dei luoghi meno frequentati di Cerro e dei suoi dintorni. Questa inedita mostra, oltre ad aprire un nuovo capitolo sul profilo storico e umano di don Angelo Vinco, offre la suggestione di passeggiare sulle strade e tra le colline in cui, Angelo Vinco (nato il 29 maggio 1819) trascorse la sua adolescenza.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.