48 rappresentazioni orientate al contemporaneo. Il teatro deve far riflettere sull’attualità: da questo assioma si è partiti per articolare un’offerta che chiama a Verona attori come Alessandro Preziosi, Silvio Orlando, Sergio Rubini e Elena Ghiaruv. La rassegna invernale del Comune di Verona organizzata insieme al Teatro Stabile di Verona- Centro di Produzione Teatrale, con il sostegno di Unicredit e l’azienda vinicola Santi.

Commistione di generi dal teatro profondo dall’Antigone attualizzata ai giorni nostri passando per uno Shaekespeare rimaneggiato, per arrivare a Van Gogh. Tre allestimenti che sono adattamenti da altrettanti romanzi, uno che segna il debutto alla regia di Ferzan Ozpetek, l’altro che porta la firma della scrittrice russo-ebrea Irene Nemirovsky per la regia di Paolo Valerio.