Cambio cast per la settima Carmen di Bizet

Questa sera alle 20.45 torna sul palco areniano la Carmen di Georges Bizet, con Ksenia Dudnikova come protagonista, il debutto come Don José di Murat Karahan e il ritorno di Ruth Iniesta come Micaela.

Venerdì 2 agosto alle 20.45 torna Carmen di Georges Bizet per la sua settima rappresentazione all’interno dell’Arena di Verona Opera Festival 2019. Ksenia Dudnikova è protagonista dello spettacolo firmato da Hugo de Ana. Con lei debutta il Don José di Murat Karahan e torna Ruth Iniesta come Micaela. Sarà anche l’ultima recita per l’Escamillo di Alberto Gazale. A dirigere l’Orchestra il Maestro Daniel Oren.

Incorniciate dalle due grandi serate che vedono Placido Domingo festeggiare i 50 anni dal debutto areniano, tornano in scena le opere regine dell’Arena: venerdì 2 è la volta di Carmen, il capolavoro del compositore francese Georges Bizet. Lo spettacolo è quello con cui Hugo de Ana ha inaugurato il Festival 2018: per l’occasione il maestro argentino, che ha curato regia, scene e costumi, ha spogliato la visione tradizionale dell’opera per portarla in una realistica e cinematografica Spagna degli anni Trenta: l’indipendenza della protagonista, che affascina e spaventa allo stesso tempo, si muove sullo sfondo dell’irrequieta Repubblica spagnola del primo Novecento, che cederà alle forze del Franchismo. Il culmine della tensione drammatica ha luogo in una vera e propria plaza de toros, ricreata sin dall’inizio sul grande palcoscenico dell’Arena di Verona, punto di partenza e di arrivo della vicenda.

La bella sigaraia dal sangue gitano è interpretata dal mezzosoprano russo Ksenia Dudnikova, cui si affianca per la prima volta il Don José del tenore turco Murat Karahan, reduce dal grande successo come Radamés e protagonista de Il Trovatore. Ruth Iniesta torna a vestire i panni di Micaela, mentre Alberto Gazale giunge alla sua ultima serata del Festival in quelli del torero Escamillo. Ultima recita anche per Roberto Covatta come Remendado e per Daniel Giulianini come Moralès, mentre si confermano Elisabetta Zizzo come Frasquita e Mariangela Marini come Mercédès, Gianfranco Montresor come Dancairo e Krzysztof Bączyk come Zuniga.

Lo spettacolo si avvale delle luci di Paolo Mazzon, delle proiezioni di Sergio Metall e delle coreografie di Leda Lojodice, eseguite dal Ballo dell’Arena preparato da Gaetano Petrosino. Il maestro Daniel Oren, Direttore musicale del Festival 2019, guida l’Orchestra dell’Arena di Verona e il Coro istruito da Vito Lombardi, cui si aggiungono numerosi mimi e figuranti e il Coro di Voci bianche A.LI.VE. diretto da Paolo Facincani.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.