Alla scoperta di Verona tra Piazza Bra e via Leoncino

L'appuntamento è in piazza Bra. La visita avrà una durata di due ore.

caldo in veneto

Domenica 3 novembre alle 14.45, l’Associazione di Guide Turistiche Guide Center Verona propone una passeggiata tra Piazza Bra e via Leoncino. 

Queste strade rimangono spesso ai margini dei normali transiti pedonali, ma riservano sorprese architettoniche e storie curiose.

Si vedrà prima di tutto la grande piazza, il salotto dei veronesi con analisi degli edifici più importanti con notizie e aneddoti spesso ignorati dai veronesi. Non solo l’Arena ma anche la Gran Guardia, palazzo Barbieri, il Liston.

Si continuerà con via Leoncino il cui lato sinistro della via è formato da palazzi edificati a ridosso delle mura romane. Si tratta della cinta rinforzata da Gallieno nel quarto secolo dell’impero con materiali in gran parte di spoglio. Dal secolo XII entrò a far parte della nuova cinta comunale, nel quartiere cosiddetto Maggiore, suddiviso fra le contrade di S. Fermo e S. Pietro Incariano. Dal Cinquecento vide sorgere importanti palazzi e diventò una via aristocratica.

Proseguendo lungo la via, così chiamata dall’insegna di una vecchia osteria verso l’Arena, detta del “Leoncin d’oro”, troviamo infatti una serie di residenze appartenute alle più nobili famiglie di Verona: Palazzo Giusti, Palazzo Sagramoso (ora Goldschmiedt), Palazzo Erbisti, Palazzo Dionisi e Palazzo Serego. Ognuna di queste case presenta affreschi, decorazioni marmoree, lapidi e iscrizioni che vennero danneggiate durante l’ultimo conflitto mondiale: grazie ad accurati restauri conservativi, sono state riconsegnate alla città.