Modì torna a casa con una mostra

L'esposizione, organizzata dal Comune insieme all'Istituto Restellini di Parigi, con la Fondazione Livorno, fa ammirare 14 dipinti e 12 disegni di Amedeo Modigliani.

Modigliani e l’avventura di Montparnasse. Capolavori delle collezioni Netter e Alexandre‘ è la grande mostra che Livorno, città natale, da domani al 16 febbraio 2020, dedica al suo grande artista nel centenario della scomparsa al Museo della Città, nel quartiere Venezia.

L’esposizione, organizzata dal Comune insieme all’Istituto Restellini di Parigi, con la Fondazione Livorno, fa ammirare 14 dipinti e 12 disegni di Amedeo Modigliani (1884-1920), opere raramente visibili dal pubblico. Tra quelle esposte c’è il ritratto Fillette en Bleu del 1918, il ritratto di Cham Soutine del 1916, il ritratto Elvire au col blanc e il ritratto Jeune fille rousse(Jeanne Hébuterne) del 1919. Dei disegni la Cariatide del 1913.

«La mostra segna un avvenimento molto importante – ha detto Marc Restellini – Pensando a una mostra su Modigliani volevamo lavorare su Livorno, condividere cos’è stato Modì a Parigi nel tempo nell’Avanguardia pensando che quella che fu Parigi per Modigliani fosse nulla senza Livorno». (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.