Festivaletteratura, record di stranieri

A Mantova dal 4 all'8 settembre, oltre 300 appuntamenti.

Festivaletteratura di Mantova

È record di grandi autori stranieri, con oltre 70 ospiti internazionali tra cui per la prima volta Margaret Atwood di cui esce il 10 settembre “I testamenti” (Ponte alle Grazie), atteso seguito de “Il racconto dell’Ancella”, e il ritorno del premio Nobel nigeriano Wole Soyinka, al Festivaletteratura di Mantova.

Nella 23esima edizione (4-8 settembre) grande attenzione viene riservata al destino dell’Europa in una serie di incontri che saranno aperti da Amin Maalouf. Oltre 300 gli appuntamenti.

Per la prima volta saranno a Mantova lo scrittore statunitense Dave Eggers, del quale esce in Italia il 29 agosto per Feltrinelli “La parata”, Manuel Vilas, l’autore di “In tutto c’è stata bellezza” (Guanda), la scozzese Ali Smith, più volte candidata al Nobel, l’egiziana Nawal al-Sa’dawi, icona dell’impegno per i diritti delle donne nel mondo musulmano e la messicana Valeria Luiselli, astro nascente della letteratura latino-americana. Tra i più importanti ritorni a Mantova quello di Ian McEwan e Abram B. Yehoshua. (Ansa)