A Roma gli “Impressionisti segreti”

La mostra apre a Roma dal 6 ottobre all'8 marzo a Palazzo Bonaparte con 55 tele mai esposte in Italia.

impressionisti segreti

La vita vera che scorre davanti agli occhi e si ferma sulla tela, l’ossessione per l’en plein air, la luce brillante, il pennello che procede vibrando per frammenti e piccoli tocchi: sono ben 55 i capolavori esposti nella mostra “Impressionisti segreti”, che celebra a Roma l’apertura al pubblico di Palazzo Bonaparte, spazio Generali Valore Cultura.

In programma dal 6 ottobre all’8 marzo, la mostra, a cura di Marianne Mathieu e Claire Durand-Ruel, ripercorre la storia di uno dei movimenti artistici più noti e amati di sempre attraverso quadri davvero “segreti”, perché tutti appartenenti a collezioni private e mai esposti in Italia.

Da Monet a Renoir, da Pissarro a Manet, e poi Sisley, Gauguin e Cézanne: nel percorso le tele di questi maestri – luminose, sfumate, suggestive, tutte istantanee pittoriche del mondo di fine ‘800 – dialogano con gli stucchi, i pavimenti e le decorazioni barocche del meraviglioso Palazzo che fu residenza fino al 1836 di Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone. (Ansa)