A Matera parte la campagna “Passaporto sospeso”

Il progetto di crowdfunding è nato per consentire, anche alle persone che non possono permetterselo, la partecipazione agli eventi in programma.

Parte la campagna di crowdfunding

Superano ampiamente il miliardo e mezzo i contatti potenziali nel mondo della comunicazione (dal web, alla radio e alla tv) che hanno seguito la conferenza stampa per il bilancio dei primi sei mesi dall’inaugurazione di Matera come “Capitale Europea della Cultura 2019”.

L’incontro si è tenuto nella sala Spadolini del ministero per i Beni e le attività culturali, dove sono stati esposti i dati riguardo alla partecipazione agli eventi (finora 80mila persone) e alle presenze, oltre che alla vendita dei cosiddetti “passaporti”, che consentono di seguire gli eventi e di utilizzare liberamente tutti i mezzi di trasporto locale ordinario. In totale, fino al 31 maggio, sono stati venduti oltre 36mila passaporti.

E proprio questi biglietti speciali sono diventati protagonisti della campagna di crowdfunding “Passaporto sospeso”, presentato proprio in conferenza stampa, che consente a chiunque di acquistare uno o più biglietti di ingresso agli eventi in programma e donarli a persone che non possono permetterselo, dando loro la possibilità di godere di una giornata dedicata al “nutrimento dell’anima”. (Ansa)