25 anni fa l’addio a Modugno

Con "Nel blu dipinto di blu" rivoluzionò la musica italiana.

Domenico Modugno

Venticinque anni senza Domenico Modugno. “Mr Volare” è morto il 6 agosto del 1994, a soli 66 anni. Era un caldo pomeriggio d’estate, davanti ai suoi occhi c’erano l’amato mare di Lampedusa e il tramonto.

Già provato da tempo nel fisico, lasciò un segno indelebile nella musica italiana, ma non solo. Portò il “bel canto”, il talento e il fascino del Belpaese dove nessuno si era mai spinto fino a quel momento: “Nel blu dipinto di blu“, che tutti – indistintamente – hanno cominciato a chiamare “Volare“, è diventato una sorta di inno nazionale.

Carismatico e versatile, Modugno è stato il cantante italiano più conosciuto all’estero con oltre 60 milioni di dischi venduti: era nato il 9 gennaio del 1928 a Polignano a Mare (Bari).

Il successo arrivò con la vittoria al Festival di Sanremo del ’58 con “Nel blu dipinto di blu”. Un successo mondiale che gli fece vincere tre Grammy, disco dell’anno, canzone dell’anno e interprete dell’anno. L’anno dopo bissò con Piove, che quest’anno festeggia i 60 anni. (Ansa)