Celentano con l’influenza, stop (per un po’) alla serie Adrian

La serie Adrian si ferma per due settimane. Un malanno di stagione – comunicano Mediaset e il Clan  – costringe il Molleggiato ad attenersi alle prescrizioni dei medici e sospendere la messa in onda della “serie evento”.  L’ultima di una sequenza di sfortune che forse impedisce di farsi un’idea del reale valore del progetto, un insolito abbinamento di diretta televisiva e animazione, che fa dell’ingenuità tecnica il suo punto di forza.

Adrian era partita in pompa magna, con altissime aspettative come succede ogni volta che il suo ideatore decide di tornare in televisione. Il pubblico italiano ha sempre dimostrato di amare il messianismo populista che dagli anni Ottanta il ragazzo della Via Gluck incarna senza ripensamenti – leggendarie le lunghissime pause durante i suoi monologhi contro il consumismo sono leggendarie.

Un disastro insomma. Nonostante il sensuale tratto di Milo Manara (criticato forse ingiustamente e protagonista di un clamoroso passo indietro) , gli arrangiamenti di un gigante come Nicola Piovani, la presenza di Nino Frassica e Natalino Balasso, la fatica di Adrian(o) ha suscitato la curiosità iniziale del pubblico televisivo per il primo episodio, premiato dal 19,08% di share. Percentuale caduta al 13, 26% nella puntata del giorno dopo.

Al momento Mediaset non ha precisato date sul rientro della serie animata in palinsesto.  Non è escluso ipotizzare che l’emittente voglia studiare un piano per arginare il calo di ascolti del programma.