Un’artista veronese a Fotografia Europea 2018

Si chiama Sara Zamperlin la veronese che parteciperà nel Circuito Off dell’evento Fotografia Europea 2018 a Reggio Emilia. Il vernissage è fissato per venerdì alle 18.30

Un’artista veronese al prestigioso evento Fotografia Europea 2018 (FE18). Sara Zamperlin, fotografa e pittrice veronese, con il suo progetto ‘The suicide of vegetables’ sarà ospite nell’ambito del Circuito OFF, nello spazio urbano polifunzionale Rebell. Uno spazio che vedrà la luce a metà primavera nel centro di Reggio Emilia. Uno spazio che non poteva esimersi dall’ospitare il tema di FE18, la Ribellione, decidendo di farlo in stile ancor più ribelle, a cantiere aperto.

La personale sarà inaugurata proprio nei giorni clou di Fotografia Europea, venerdì 20 aprile 2018 dalle ore 18.30.

The suicide of vegetables è un progetto che nasce dall’esigenza di stimolare una riflessione critica sui nostri gesti quotidiani. Viviamo in un mondo dove ci fanno paura i batteri, fautori di vita. Dove mangiamo solo frutta e verdura biologica, ma meglio se grande, bella e senza semi. Frutta estiva d’inverno e verdura invernale d’estate. Sono pillole contro ogni dolore, dal mal di testa al mal di vivere. Spesso con effetto placebo.

Sara Zamperlin coglie il riflesso di un comportamento umano esagerato, un cortocircuito paradossale la cui unica via di uscita, rappresentata con ironia dark, è un gesto di ribellione estrema.

Sara Zamperlin nasce a Legnago, piccola città della provincia di Verona con un’importante rilevanza storica che caratterizza ed influenza le scelte di chi la sa vivere nel profondo.

L’artista inizia il suo percorso di ricerca indagando possibili legami fra pittura e restauro. La sperimentazione di nuovi materiali avvicina l’artista ai concetti più sottili della matericità nella pittura.

Successivamente, l’innato amore per l’arte visiva avvicina Sara alla fotografia e ai suoi concetti più tradizionali. I materiali, la tecnica pittorica e i concetti della fotografia si fondono insieme per dar vita ad un nuovo modo di comunicare.

www.sarazamperlin.com