L’arte antica del ricamo in mostra a San Fermo

ricamo-stampi-foglie

In concomitanza con la festa della donna, il Museo Diocesano d’Arte di San Fermo Maggiore organizza una visita guidata gratuita al Museo dell’Arte del Ricamo di don Nicola Mazza. Appuntamento domenica 5 marzo alle 16:00.

La visita guidata segue l’incontro che si è tenuto il 19 febbraio nell’auditorium del Museo Diocesano a cui hanno partecipato circa duecento persone. Durante la giornata è stata presentata un’antica coperta in Boutis provenzale e altri manufatti tessili religiosi finemente ricamati, rinvenuti recentemente nel monastero di clausura di Santa Elisabetta a Verona. Proprio grazie al successo dell’iniziativa e all’interesse dei molti partecipanti, il Museo ha pensato di proporre una visita guidata gratuita la domenica antecedente la festa della donna. Come per l’incontro del 19 febbraio, anche questo evento è organizzato in collaborazione con l’associazione Punti d’Incontro e il Gruppo Giovani di Povegliano.

Ad accompagnare i visitatori saranno le maestre ricamatrici dell’associazione, che operano all’interno dell’istituto ricamo-fiori-artificialifemminile don Nicola Mazza, e la maestra Gabriella Gallio, ultima discendente della scuola del fondatore veronese. Sarà un’occasione unica per ammirare splendidi capolavori dell’arte del ricamo e per mantenere vivo il ricordo di quanto fatto da don Mazza. Sono molti i manufatti tessili che si potranno ammirare: piviali, centrotavola, corredi matrimoniali, disegni, materiali dell’antica scuola di ricamo quali fili in seta, utensili, ma anche il famoso bouquet di fiori finti lodato dall’imperatrice Sissi.

Il Museo dell’arte del Ricamo è aperto dal 1990. Ad oggi per visitarlo bisogna telefonare, in quanto è chiuso per motivi gestionali.

Il ritrovo per partecipare alla visita guidata è previsto per le 15.30 davanti al cancello del chiostro della chiesa di San Fermo Maggiore. La prenotazione è obbligatoria:  chiamare al numero 3496474617