La Galleria d’Arte Moderna riapre con una mostra permanente

La Galleria d’Arte Moderna Achille Forti riapre con una mostra sensazionale (e permanente) domani, giovedì 29 marzo alle 18. L’esposizione L’arte a Verona tra avanguardia e tradizione. L’Ottocento e il primo Novecento da Hayez a Casorati sarà affiancata anche da una sezione collaterale che festeggerò i 20 anni dalla prima acquisizione di opere d’arte della GAM. Per l’occasione, nella giornata di venerdì, sarà possibile accedere gratuitamente alla mostra.

Un percorso permanente di circa 90 opere tra dipinti, lavori su carta e sculture che illustrano episodi della storia e della cultura veronese e italiana tra il 1830 e il 1920. Riapre domani, giovedì 29 marzo alle 18, con queste premesse, la Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, a Palazzo della Ragione.

Un rinnovamento che ha tenuto la Galleria chiusa per quasi due mesi, ma che da domani incanterà i visitatori con la mostra L’arte a Verona tra avanguardia e tradizione. L’Ottocento e il primo Novecento da Hayez a Casorati e la sezione collaterale Luoghi della mente. 20 anni d’arte contemporanea.

L’esposizione si articolerà in tre sale dove spiccheranno le numerose testimonianze artistiche della storia e della cultura veronese e italiana. Dipinti e statue provengono dalla collezione civica e da alcuni prestiti di Fondazione Cariverona e Banco Bpm. La collezione temporanea, invece, renderà omaggio ai 20 anni dalla prima acquisizione di opere d’arte contemporanea della Gam, che, per l’occasione, ospiterà anche alcune opere della Galleria Studio La Città.

Per festeggiare questo primo grande appuntamento, voluto dalla direzione del nuovo Sistema Museale Unico di Verona per valorizzare il suo patrimonio artistico, il nuovo percorso sarà visitabile gratuitamente per tutta la giornata di venerdì 30 marzo.

Tutte le informazioni riguardanti le opere esposte, i biglietti, le attività didattiche e le visite guidate sono disponibili sul sito.