Il Museo della lirica AMO trasloca in Gran Guardia

Il Museo AMO (Arena Museo Opera) cambia sede. Dal 1 maggio al 30 settembre del 2019 e del 2020 la nuova casa dell’attività museale di Fondazione Arena sarà il piano nobile del Palazzo della Gran Guardia. A comunicarlo, a sorpresa, è stato il sindaco di Verona, Federico Sboarina, questa mattina in conferenza stampa.

«Abbiamo deliberato all’unanimità proprio proprio stamattina il trasferimento del Museo AMO in Gran Guardia, anche alla luce della disdetta della convenzione che la Fondazione Arena aveva con il Comune di Verona per l’utilizzo di Palazzo Forti. Disdetta concordata il 1 febbraio 2018 e che avrà effetto a partire dal 31 gennaio 2019 – ha spiegato Sboarina – Con questa decisione concediamo a titolo gratuito l’utilizzo delle due sale laterali del piano nobile del Palazzo della Gran Guardia dal 1 maggio al 30 settembre per il biennio 2019-2020 facendo risparmiare alla Fondazione un canone di affitto di circa 482 mila euro.  Importo che non comporta una riduzione delle entrate nell’esercizio dei prossimi due anni».

L’attività promossa dalla Fondazione Arena tramite il Museo offre alla cittadinanza, alle istituzioni scolastiche e in generale ai turisti la diffusione e l’approfondimento della promozione del patrimonio storico, musicale e artistico avvicinando migliaia di persone, anche giovani e giovanissimi, al teatro e alla lirica, in continuità con i cartelloni della stagione lirica areniana e della stagione invernale e del Teatro Filarmonico.

«La Gran Guardia incentiverà ulteriormente questa attività di promozione e divulgazione anche per la posizione strategica in cui verrà inserita l’esposizione museale, a pochi passi dall’Arena e nel cuore della città» ha concluso il sindaco.