Arte e cultura: sfide e opportunità per Verona

Facciata-Finale_01_senza-impalcatura

Si terrà domani alle ore 18.00 presso la sede dell’Accademia di Belle Arti di Verona il focus sull’arte e la cultura organizzato da Verona Network

L’incontro “Arte e cultura – Verona prossima capitale della cultura?” che si terrà domani, giovedì 20 luglio presso la Sala Kessler dell’Accademia di Belle Arti di Verona, in via Carlo Montanari 5, dalle ore 18 alle ore 19.30, si propone di ribadire, in un ottica di collaborazione sempre più stretta tra i principali attori del territorio scaligero, le potenzialità del settore artistico e culturale veronese, partendo proprio da alcuni casi concreti di iniziative di successo degli ultimi mesi o anni.

Al tavolo dei relatori Stefano Pachera, presidente dell’Accademia di Belle Arti di Verona; Gabriele Ren, dirigente del settore Cultura del Comune di Verona; Emanuele Tagetto, consigliere Associazione Giochi Antichi (Festival Tocatì); Tiziana Cavallo, Team organizzativo TedX Verona;  Paola Tessitore, responsabile progetto Verona Minor Hierusalem e Massimo Gazzani, Studio Gazzani.

Aula_Kessler

Secondo i dati dello studio effettuato da Fondazione Symbola-Unioncamere dal titolo “Io sono cultura – Rapporto 2017. L’Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi”, il valore dell’industria culturale in Italia rimane molto alto nonostante il difficile momento socio-economico per il Paese.

Al Sistema Produttivo Culturale e Creativo, che comprende la gestione del patrimonio storico-artistico, le performing arts e arti visive, le industrie culturali (cinematografia, televisione, editoria e industria musicale) e le industrie creative, si deve il 6% della ricchezza prodotta in Italia: 89,9 miliardi di Euro (7,43 il dato Veneto). Dato in crescita dell’1,8% rispetto all’anno precedente.

La cultura ha anche un effetto moltiplicatore. Sempre per la stessa indagine, per ogni euro prodotto dalla cultura se ne attivano altri 1,8 in altri settori. Gli 89,9 miliardi, quindi, ne stimolerebbero altri 160 arrivando a un totale di 250 prodotti dall’intera filiera culturale, ovvero il 16,7% del totale nazionale, col turismo come primo beneficiario di questo effetto volano.

Ad oggi, le imprese del Sistema produttivo italiano impiegano 1 milione 495 mila addetti, il 6% degli occupati (+1,5%);  A Verona si registra un’occupazione del 6,4%. Il valore aggiunto prodotto complessivamente da queste attività in ambito culturale rappresenta il 5,6% del totale.

Partendo da questi numeri e analizzando parte dell’offerta scaligera, durante l’incontro si cercherà di fare sintesi e di trovare delle soluzioni per ottimizzare le innumerevoli iniziative presenti sul territorio.

L’invito è esteso a tutte le realtà coinvolte nella promozione culturale e artistica veronese e a tutti i cittadini interessati a conoscere le potenzialità del settore. Al termine dell’incontro, accompagnerà un momento di networking un rinfresco offerto a tutti i presenti.

 

Arte_Cultura