Apre la mostra “Seurat-Van Gogh-Mondrian. Il Post-Impressionismo in Europa”

La mostra, in anteprima europea alla Gran Guardia di Verona, ha aperto i battenti ieri. Sarà possibile visitarla fino al 13 marzo dell’anno prossimo.

Si è tenuta ieri la conferenza stampa di presentazione della mostra Seurat-Van Gogh-Mondrian. Il Post-Impressionismo in Europa, in anteprima europea a Verona. Sarà possibile visitare l’esposizione presso il Palazzo della Gran Guardia, fino al 13 marzo 2016.

La mostra vedrà esposti Bessin di Seurat, la nota Salle à manager di Signac e Composition hit red, yellow and bleu di Mondrian. La mostra veronese è un’occasione unica per ammirare il patrimonio del Kröller Müller e le opere dei grandi artisti in esso contenute. Grande spazio sarà dato in mostra anche agli esperimenti scientifici sul colore, ai processi ottico-visuali e alla fotografia, la cui invenzione è legata strettamente alla tecnica divisionista.

Promossa dal Comune di Verona e con il supporto della Fondazione Arena, la mostra curata da Stefano Zuffi è prodotta e organizzata da Arthemisia Group in collaborazione con il Kröller Müller Museum.

Alla presentazione di ieri, oltre a i curatori dell’esposizione Stefano Zuffi e Lisette Pelsers, e la presidente di Arthemisia Group Iole Siena, era presente il sindaco Flavio Tosi, che ha dichiarato: «Una mostra che, con la sua esplosione di colore, in contrasto con la stagione meno luminosa dell’anno, saprà emozionare anche il visitatore meno attento ai contenuti dell’arte pittorica, per lo straordinario senso di vitalità e di energia degli artisti che si sono riconosciuti nel divisionismo, movimento forse più noto in Italia con il nome di “puntinismo”. La mostra ci guiderà lungo il processo artistico di divisione del colore sulla tela che, studiato dapprima da Seurat, passando da autori famosi quali Signac e Van Gogh, e altri meno noti al grande pubblico, arriva fino a Piet Mondrian»