Al Teatro di Giulietta il romanzo collettivo “Lo spessore delle cose”

Giovedì 23 maggio nel Piccolo Teatro di Giulietta si terrà il saggio del corso di scrittura creativa della scuola del Teatro Stabile di Verona.

Al via la rassegna degli eventi di fine anno dei corsi della Scuola di Teatro promossa dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Verona e realizzata da Fondazione Atlantide – Teatro Stabile Verona: giovedì 23 maggio alle 21 nel Piccolo Teatro di Giulietta sarà presentato il romanzo collettivo Lo spessore delle cose (Bonaccorso Editore), frutto del corso di scrittura creativa condotto da Marco Ongaro. Rossana Valier ne leggerà alcuni stralci con interventi degli autori e dell’editore.

L’undicesimo libro del corso di scrittura creativa del Teatro Stabile di Verona è anche il quinto romanzo collettivo partorito da giovani scrittori che si mettono in gioco condividendo le rispettive personalità artistiche in vista di un risultato comune. La scrittura collettiva stavolta si è spinta oltre l’imponderabile nel tentativo di superare le prove precedenti. Un gruppo affiatato di architetti letterari ha escogitato la soluzione estrema in fatto di senso della vita, di finitezza umana, di speculazione su opportunità e speranze, sull’idea stessa di avvenire alla luce di un presente irrimediabilmente inconsapevole. In un catalogo quanto mai puntuale delle miserie e glorie mortali, gli autori sono assurti alla dimensione del filosofo che, narrando, educa il mondo e se stesso.

«Tramite questi percorsi – sottolinea l’assessore alle Politiche Giovanili Francesca Briani – s’intendono promuovere momenti di formazione e arricchimento culturale in ambito artistico ed espressivo che coinvolgano i giovani da protagonisti». La scuola di Teatro, con oltre trecento allievi suddivisi in venti corsi, riconferma il successo degli anni precedenti e il ruolo centrale del Teatro Stabile di Verona nel panorama teatrale della città.

L’ingresso alla serata è libero fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.