Arredi d’autore per una sala da pranzo memorabile

Anche con un budget limitato è possibile creare arredi di grande qualità.

A volte risulta difficile capire in quale momento preciso è successo: forse una mattina dopo colazione, dopo aver sorseggiato il primo caffè mattutino, o una sera qualunque, al ritorno dopo una lunga giornata di lavoro. Un giorno capita di guardarsi intorno con uno stato d’animo diverso per vedere il nostro caro e vecchio appartamento con occhi nuovi. Dopo due anni trascorsi a casa assieme a tutta la nostra famiglia a seguito degli svariati lockdown, i più giovani a seguire lezioni a distanza mentre i genitori combattevano con i settaggi delle videoconferenze in home office, i mucchi di provviste accumulate in un angolo per paura, questi periodi turbolenti hanno lasciato il loro segno. Anche per chi è stato attento ad evitare permanenti ai propri ambienti a volte può semplicemente essere successo che ci si sia stufati dello stesso panorama giorno dopo giorno. È una cosa normalissima, che, ad un certo punto della vita succede alla maggior parte delle persone, è nella nostra natura. Non importa quanto abbiamo amato l’aspetto della nostra abitazione quando lo abbiamo deciso anni fa, dopo qualche tempo abbiamo bisogno del nuovo nella nostra vita. Nel mondo dell’arredamento d’interni, questa sensazione porta inevitabilmente prima o poi ad una decisione irrimandabile: occorre dare una rinnovata ai propri ambienti.

La tentazione iniziale è quella di fare le cose in grande: si comprano riviste di arredamento e cataloghi, mentre immaginiamo cambiamenti di grosso spessore come sostituire i mobili e trasformare radicalmente lo spazio in questione. Un colpo d’occhio al portafoglio ridimensiona solitamente le nostre ambizioni, visto che un rinnovo totale vuol dire investire risorse finanziarie di diverse migliaia di euro. Per fortuna rinnovare uno spazio non vuol dire per forza acquistare del mobilio nuovo, dato che esistono altri modi, ad un prezzo meno impegnativo, in grado di portare il cambiamento a cui si anela. La prima cosa che vi consigliamo di fare è quella di snellire il proprio spazio, liberandoci del superfluo per creare più libertà. Una volta fatto questo è opportuno pensare allo sfondo per definizione delle nostre case, ovvero le pareti domestiche. Dopo decenni di assenza dalla scena dell’arredamento, una vecchia gloria è tornata infatti di moda: l’umile carta da parati ora domina la scena in ristoranti di tendenza e boutique alla moda. Questo non deve sorprendere, dato che nessun altro strumento decorativo si avvicina alla sua capacità di ridefinire uno spazio, creare un’atmosfera chiaramente definita con un budget ridotto. I suoi talenti vanno oltre il semplice obiettivo decorativo: una bella carta da parati, posizionata in modo strategico può definire e delimitare uno spazio specifico così come abbellirlo. Può dare un tocco in più ad angoli anonimi di una stanza o semplicemente renderli più accoglienti. Grazie al progresso tecnologico in design e materiali, la carta da parati oggi è disponibile in una varietà quasi infinita di design e materiali ed è più facile che mai da installare. 

A picture containing indoor, tiled

Description automatically generated

La carta da parati oggigiorno

Cosa significa scegliere questa carta da parati come opzione per definire un interno specifico al giorno d’oggi? Negli anni Sessanta tutte e quattro le mura di una stanza erano totalmente ricoperte da carta da parati. Oggi si preferisce valutare a seconda dello spazio cosa meglio fare e molto spesso la scelta è quella di evidenziare solo una parete specifica con una carta da parati con un motivo di grandi dimensioni, magari per definire un mobile unico, o per farlo contrastare con le altre pareti. Nelle camere da letto, ad esempio, si usa dietro la testata del letto, nei salotti dietro i divani e in cucina dietro il tavolo da pranzo. Un classico, per chi ha lo spazio per una camera separata è quello di evidenziare una parete conviviale con una carta da parati per la sala da pranzo. Nelle camere dei bambini, tuttavia, il più delle volte è una buona idea decorare tutte e quattro le pareti, o, se questo non è voluto, usarla nella zona giochi, definendola chiaramente in contrasto con la zona notte.

Lo scopo di una parete caratteristica è quello di evidenziare i magnifici motivi e le stampe della carta da parati contemporanea di design, lasciandola come unico capolavoro decorativo. In queste situazioni è opportuno evitare di riempire questo spazio con altri elementi decorativi.

A picture containing indoor, green, agave, arranged

Description automatically generated

La recente attenzione a motivi sgargianti e di grandi dimensioni ha portato, come effetto secondario, al ritorno in voga dei motivi degli anni Settanta, l’epoca d’oro per definizione della carta da parati. Dato che però viviamo nel ventunesimo secolo questi motivi sono stati rivisitati e portati su nuovi materiali, dotati di superfici più lucide e forme geometriche che riflettono meglio i gusti contemporanei. Di grande tendenza sono anche le stampe floreali, le mappe geografiche, gli animali e tutti i grandi motivi. Cercate di scegliere un’illuminazione appropriata, con tonalità calde in grado di far risaltare i colori!

Occorre però aggiungere una parola di cautela, dato che non tutti i motivi si adattano a tutte le stanze della casa. Per esempio, sconsigliamo la carta da parati con stampe pop-art appariscenti nella camera da letto perché non portano l’effetto rilassante sperato. Allo stesso modo, scegliete colori calmanti per la camera dei bambini, per aiutare i più piccoli a concentrarsi e a focalizzare la loro immaginazione.