Al via “Mondovisioni” con un film sulla guerra in Siria

Inizia domani, con un docu-film dalla straziante intensità, Under the Wire, la 7° edizione veronese di Mondovisione, la rassegna cinematografica targata CineAgenzia in collaborazione con la rivista Internazionale. I sei film saranno proiettati dal 5 novembre fino al 10 dicembre al cinema Teatro Nuovo di S.Michele dalle ore 21.

Sono film che fanno riflettere, viaggiare con la mente e, soprattutto, pongono domande allo spettatore. Sono le pellicole che da domani, lunedì 5 novembre e fino al 10 dicembre, saranno proiettate al cinema Teatro Nuovo di S.Michele nell’ambito di “Mondovisioni, la rassegna di documentari curata da CineAgenzia in collaborazione con la rivista Internazionale.

L’iniziativa, che a Verona è arrivata alla sua 7° edizione, proporrà sei film: due sull’ondata globale populista e settaria con cui facciamo i conti quotidianamente: Alt-Right: Age of Rage sulla nuova estrema destra americana ed Eurotrump sul ruolo chiave a livello europeo del populista olandese Geert Wilders. Su un fronte opposto, non troppo diversi risultano cameratismo, ottusità e cinismo degli islamisti radicali che Recruiting for Jihad ci mostra al lavoro in Europa, a testimonianza che siamo di fronte a un allarme che trascende le ideologie. El país roto ci conduce in un viaggio in uno dei paesi più profondamente in crisi, il Venezuela. Nella tradizione della rassegna non mancano un omaggio al miglior giornalismo in Under the Wire, ritratto della reporter Marie Colvin, caduta nel massacro della città siriana di Homs, e un film urgente che alza l’asticella e lo sguardo ponendo una domanda decisiva: What is Democracy?

Ad aprire le proiezioni domani alle 21 sarà proprio il docu-film Under the Wire. Nel febbraio 2012 due giornalisti britannici entrano clandestinamente in Siria: sono la leggendaria corrispondente di guerra del Sunday Times Marie Colvin e il fotoreporter Paul Conroy. Il loro obiettivo è documentare la tragedia dei civili intrappolati nella città di Homs, assediata dall’esercito siriano. Under the wire racconta con il ritmo di un thriller l’incredibile storia della loro ultima missione, avvalendosi di immagini inedite e delle testimonianze dei protagonisti.

I film saranno presentati in lingua originale con sottotitoli in italiano. Il costo del biglietto intero è di 6,50 euro. Il costo del ridotto è di 5 euro.

Guarda il trailer di Under the Wire:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.