Fridays for future, un incontro per agire

Stasera, lunedì 8 Aprile alle ore 21 presso l’auditorium Santi Apostoli il movimento Traguardi organizza “Agire per il Clima in un’Europa + unita, il Piano Energia e Clima”, un dialogo tra il consigliere comunale di Verona Civica – Traguardi Tommaso Ferrari e Federico Testa, presidente di ENEA.

I cambiamenti climatici sono tornati alla ribalta anche grazie alle manifestazioni di Fridays For Future. Ma quali sono le strategie e le risposte politiche Europee e nazionali sul tema? Stasera, lunedì 8 Aprile, alle ore 21 presso l’auditorium Santi Apostoli il movimento Traguardi organizza “Agire per il Clima in un’Europa + unita, il Piano Energia e Clima”, un dialogo tra l’ing. Ambientale e Cons. Comunale di Verona Civica – Traguardi Tommaso Ferrari e il Prof. Federico Testa presidente di ENEA.

Durante l’incontro, a ingresso libero, si analizzerà il PNIEC – Piano nazionale integrato per l’Energia ed il Clima inviato dal governo italiano a Bruxelles, e la strategia italiana dei prossimi dieci anni su decarbonizzazione, autoconsumo, generazione distribuita, efficienza energetica, sicurezza energetica, innovazione, ricerca e competitività. Il Piano nazionale integrato per l’Energia e il Clima (2021-2030) dovrà essere adottato entro il 31 dicembre 2019 a seguito di approvazione della UE e ogni due anni verranno indicati i progressi compiuti. Una volta approvato, il piano è vincolante. «Noi di Traguardi crediamo che le politiche ambientali debbano essere una priorità a qualsiasi livello decisionale, europeo nazionale e comunale. I cambiamenti climatici riguardano tutti perché toccano temi economici, sociali oltre a quelli ambientali» spiega Tommaso Ferrari, consigliere comunale di Verona Civica – Traguardi. Fa eco Pietro Giovanni Trincanato presidente del movimento Traguardi: «Crediamo sia un appuntamento fondamentale in vista delle prossime elezioni europee, per andare più nel dettaglio e capire, grazie alla testimonianza del Prof. Testa, opportunità, criticità e possibili sviluppi delle strategie energetico-ambientali che il nostro governo ha proposto e che possono essere efficaci solo in un quadro europeo».