Marco Paolini è indagato per lesioni gravissime

«Aiuterò le vittime dell’incidente» promette l’attore come riporta il Corriere di Verona. Intanto lotta con la morte una delle due donne tamponate dall’auto di Paolini.

Indagato a piede libero per lesioni gravissime, l’attore bellunese non pensa che ad una cosa: le condizioni di Alessandra Lighezzolo, la cinquantatreenne vicentina, in fin di vita dopo l’incidente sullA4 di martedì pomeriggio. Non ha cercato scuse, ma alla stradale ha più volte ammesso di essere il responsabile del tamponamento che per lo schianto ha scaraventato l’utilitaria di due donne oltre il guardrail sulla tangenziale sud che scorre a lato dell’autostrada.

Marco Paolini è risultato negativo all’alcoltest. All’origine dell’incidente, come ha chiarito l’attore, un “blackout” temporaneo motivato da una serie di violenti colpi di tosse che lo avrebbe fatto sterzare fatto sbandare dalla corsia centrale a destra colpendo l’auto su cui viaggiavano le due donne. All’attore è stata ritirata la patente e ora la sua posizione potrebbe aggravarsi dal punto di vista penale se le condizioni della Lighezzolo dovessero precipitare. Anna Tovo, l’altra donna coinvolta, è ricoverata in ospedale e continua a chiedere dell’amica.

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.